24 Nov 2016

Sintomi di infestazione di cimici da letto

Individuare le cimici da letto non è sempre facile o semplice. La loro presenza può tuttavia essere rilevata ricercando “le tracce” di un infestazione e di solito piuttosto evidenti. Questi segni sono:

  1. tracce fecali
  2. esuvie (residui di muta)
  3. uova

1.   tracce fecali

Uno dei segni più caratteristici di un infestazione da cimici dei letti è rappresentato dagli escrementi che questi insetti rilasciano, di solito deposti in prossimità dei punti di annidamento. Di solito sono piccole macchie tondeggianti e leggermente in rilievo, del diametro di 0,3-1 mm. Sugli oggetti in tessuto le tracce fecali vengono parzialmente assorbite, per cui risultano meno facilmente riconoscibili per forma e dimensioni. Poiché gli insetti tendono a liberarsi degli ultimi residui del pasto precedente subito dopo il nuovo pasto di sangue, solitamente le macchie fecali possono essere trovate anche su lenzuola, coperte o sulla pelle dell’individuo punto.

2.   esuvie (residui di muta)

Durante il suo ciclo di sviluppo la cimice dei letti passa attraverso 5 fasi per raggiungere lo stadio adulto. Il passaggio da una fase alla successiva avviene attraverso una muta, durante la quale l’insetto si libera della propria vecchia “pelle”. Queste fragili spoglie (esuvie) hanno un’aspetto e una colorazione tipiche, spesso più facili da rilevare degli esemplari vivi, e sono in ogni caso una traccia inequivocabile della presenza dell’insetto.

3.   uova

In caso di infestazione in corso, è probabile che venga rilevata la presenza di uova all’interno dei punti di annidamento e/o nelle immediate vicinanze. Essendo bianche o molto chiare, le uova sono assai facili da vedere soprattutto su superfici scure, a differenza delle macchie fecali le quali risultano spesso meno evidenti.

Ci sono altri sintomi di un infestazione da cimici da letto. Non sono affidabili, ma possono essere la base per un accertamento professionale e sicuro. Segui la 5ª puntata.