06 Apr 2017

anche la tua casa è invasa dalle cimici? conosciamole meglio per capire come difenderci

In questo articolo parleremo di un insetto molto dannoso per il nostro orto e fastidioso per le nostre case: le cimici. Nello specifico parleremo delle cimici verdi e sulle cimici asiatiche (note volgarmente come cimici cinesi). Si tratta delle due varianti maggiormente presenti nel nostro paese, capaci di presentarsi con infestazioni davvero profonde.
Questi insetti, soprattutto nei periodi molto caldi, durante i quali sono in costante ricerca di cibo, mettono in serio pericolo le nostre coltivazioni, rovinando spesso buona parte del raccolto. E’ quindi indispensabile imparare a riconoscerne velocemente i diversi stadi di sviluppo delle cimici cinesi e verdi presenti nel nostro habitat. Così saremo in grado di capire per tempo come evitare infestazioni e difendere le nostre colture.

Cimici verdi e cimici asiatiche – le differenze

cimice asiatica vs verde

Tra le diverse specie di cimici esistenti, quelle più diffuse e tristemente conosciute nel territorio italiano sono le cimici verdi, Nezara Viridula. Si tratta di un insetto appartenente all’ordine dei Rincoti, sottordine degli Eterotteri, famiglia dei Pentatomidi.

Come mostra la foto, l’adulto delle cimici verdi ha un tipico colore verde brillante, che può variare sul verde/giallastro.
L’adulto ha forma pentagonale e può raggiungere le dimensioni di circa 15 mm.
Le cimici verdi si riproducono attraverso un’intensa attività di ovideposizione, rilasciando le uova in gruppi compatti di colore chiaro.

Le cimici verdi dopo il periodo di svernamento nei mesi freddi, in primavera ripartono con il loro ciclo vitale. Dopo l’accoppiamento l’attività di deposizione delle uova è intensa. Questo ciclo è continuo, ciò fa sì che contemporaneamente si possano trovare nei nostri orti stadi diversi di sviluppo: le neanidi, le ninfe (gli stadi intermedi) e gli adulti.
Per questo motivo in un anno ci possono essere più generazioni di cimici verdi.

Le cimici asiatiche hanno caratteristiche simili alla cimici verdi. Si differenziano da quest’ultime soprattutto per il colore, marrone. Oltre alla caratteristica colorazione, è possibile notare anche un particolare dettaglio nella parte terminale del corpo, ossia un triangolo di colore più scuro.

Ciclo biologico

Questi odiati fitofagi, che siano cimici verdi o cimici asiatiche, dopo i banchetti estivi cercheranno un luogo accogliente dove svernare. Come abbiamo visto parlando della cimice asiatica, questo è stato un problema molto sentito negli USA. Le case in legno, infatti, sono un fantastico rifugio naturale per degli insetti come le cimici.
A fine autunno, o in pieno inverno, bisogna cercare nei dintorni del nostro orto, capire dove le cimici possono aver nidificato e individuarle. Il legno, le grosse pietre, le crepe del cemento, i mattoni forati, possono essere tutti rifugi ideali, da dove iniziare la nostra ricerca.

Settimana prossima capiremo come trovare sollievo da questo fastidioso insetto.